DPEF: MUSI, SERVE CONFRONTO VERO SU OBIETTIVI POLITICA ECONOMICA bject Uuid : 8c5b6e16-dbf5-11e3-8272-bff40383356b -->
Cerca
Si è verificato un errore.
 
Archivio . AdnAgenzia . 2005 . 06 . 25
ECONOMIA
DPEF: MUSI, SERVE CONFRONTO VERO SU OBIETTIVI POLITICA ECONOMICA

Roma, 25 giu.- (Adnkronos) - Una convocazione delle parti sociali sul Dpef avrebbe senso solo se ci fosse un vero confronto di merito su cui basare una corresponsabilizzazione dei target di politica economica. La pensa cosi’ il segretario generale aggiunto della Uil, Adriano Musi, che spiega: “sollecitare una convocazione non serve visto che siamo passati dalla concertazione al dialogo, dal dialogo alla comunicazione e ora al semplice ascolto. Credo comunque che questo documento dovrebbe avere alla base il coinvolgimento delle parti sociali e la corresponsabilizzazione negli obiettivi di politica economica. Ma in tale caso dovrebbe esserci un vero confronto di merito. Se, invece, si deve prendere solo atto di decisioni gia’ difficilmente mediate all’intarno del governo, allora e’ opportuno che ognuno si assuma le proprie responsabilita’ ed in primis il governo. Poi saranno i cittadini a valutare”.

Quanto al merito del Dpef, Musi, preferisce non esprimersi: “ne hanno dette talmente tante che e’ difficile fare valutazioni di merito. Ed e’ difficile anche pensare che si possa chiedere alle parti sociali di condividere qualcosa su cui non si e’ avuta la possibilita’ di capire e soprattutto di capire all’interno di un linguaggio univoco”.

(Ver/Col/Adnkronos)

 

Cerca
Si è verificato un errore.