MODA: PUGLIA - LIPPOLIS, LA CINA STA METTENDO IN CRISI SETTORE 'SPOSA'
MODA: PUGLIA - LIPPOLIS, LA CINA STA METTENDO IN CRISI SETTORE 'SPOSA'
'DIFFICILE COMPETERE PER I BASSI COSTI DI PRODUZIONE'

Bari, 25 giu. - (Adnkronos) - La Cina continua a far tremare il made in Italy e il settore della moda. Questa volta si tratta degli abiti da sposa. Una minaccia sempre piu’ concreta, nonostante il successo che, in questi giorni, sta riscuotendo la Fiera di Putignano, nel barese. Sono gli stessi imprenditori che denunciano il pericolo incombente. Gli stand delle 11 aziende del Consorzio ‘’Sposa e Moda’’ di Putignano stanno registrando centinaia di visite quotidiane, di cui decine da parte di operatori internazionali a conferma della leadership dei nostri prodotti. Si tratta di prodotti caratterizzati dalla ricerca, dalla cura dei dettagli, dall’utilizzo di materiali preziosi.

‘’Prodotti che pero’, pur essendo unici, stanno trovando difficolta’ a farsi spazio nel mercato - spiega Gianpiero Lippolis, presidente del Consorzio - Questo e’ un momento veramente difficile, la concorrenza sleale dei Paesi orientali ed, in particolare, l’invasione dei prodotti tessili cinesi stanno mettendo in crisi anche il nostro settore, storicamente capace di resistere anche a momenti particolarmente difficili. Non e’ per nulla facile competere con loro, non certo per la qualita’ del prodotto - aggiunge- Bensi’ sui costi della produzione’’. (segue)

(Pas/Gs/Adnkronos)