SANITA': OTE, 18 MLN DI RICOVERI IMPROPRI BRUCIANO 11 MLD L'ANNO (3)
SANITA': OTE, 18 MLN DI RICOVERI IMPROPRI BRUCIANO 11 MLD L'ANNO (3)

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - A spingere gli italiani ad usare troppo l’ospedale - prosegue l’Ote - c’e’ ‘’un processo culturale e informativo’’ che ha svuotato la figura del medico di famiglia, come riferimento per la salute. Ma la convinzione che solo l’ospedale sia in grado di garantire il malato nasce anche dalla ‘paura’ di perdere servizi diagnostici e specialistici oggi accentrati nelle strutture ospedaliera e dalla carenza dei servizi assistenziali domiciliari. Secondo il Censis e il rapporto Monitor Biomedico 2004 il 28,7% degli accessi impropri alla struttura deriva dalla “sicurezza” riposta nella stessa struttura, mentre solo per il 25,8% causato da insufficienti servizi territoriali. Non a caso, il 25,8% del campione in linea con quest’ultima valutazione ritenendo che le prestazioni ottenute in ospedale potevano essere erogate in regime di assistenza domiciliare e/o diurna.

‘’Da anni si parla di medicina del territorio che porterebbe ad un abbassamento dei ricoveri’’, sottolinea Roberto Messina, segretario generale dell’Ote. ‘’Il problema - prosegue- e’ serio e urgente, visto che il nostro tasso di popolazione anziana ci spinge verso un incremento dell’ospedalizzazione impropria. Credo che dobbiamo investire sulla politica assistenziale fondata su una maggiore appropriatezza, sull’integrazione multidisciplinare degli interventi e, soprattutto, sulla garanzia di una continuit assistenziale per i pazienti dimessi cos come per quelli affetti da malattie croniche e degenerative. Il problema va preso di petto altrimenti richiami come quello della Corte dei Conti cadranno nel vuoto o peseranno sulle tasche dei cittadini”

(Sal/Zn/Adnkronos)