AN: SANTANCHE', LEADERHIP FINI NON E' IN DISCUSSIONE
AN: SANTANCHE', LEADERHIP FINI NON E' IN DISCUSSIONE
MA SI SENTE ESIGENZA DI DECISIONI COLLEGIALI

Roma, 30 giu. (Adnkronos) - ‘’La leadership di Fini non in discussione, ma i metodi di conduzione s. Lui stato un grande traghettatore, era e resta il leader. Ma negli ultimi tempi si capita l’esigenza di una linea chiara e coerente. Se no, si rischia una Babele. In poche parole, bisogna puntare su decisioni collegiali. In politica, come nella vita d’ogni giorno, in famiglia, in amore, in ogni azienda, in qualsiasi gruppo di lavoro, la guida spetta al pi bravo. Ma il pi bravo da solo non vince. Ci vuole una squadra, una disciplina". Cosi’ l’esponente di An, Daniela Santanche’, intervistata da Cesare Lanza per il magazine del Corriere della sera, fotografa la situazione interna di Alleanza nazionale alla vigilia dell’Assemblea.

La deputata di An, poi, giudica i vertici del partito. Sul presidente dice "non c’ Fini senza An e viceversa non c’ An senza Fini’’. Alemanno "ha un chiaro progetto politico in mente", ma tra lui e Fini ‘’mi auguro -spiega- che non si arrivi a questa sfida, aut aut". "Mi considero una larussiana doc e pensa -rivela- che all’inizio non mi era simpatico. Il nostro un rapporto di amicizia, forte e serio. Perch lui possiede, come molti siciliani, il valore autentico dell’amicizia, a cui sono molto sensibile". Gasparri, invece, ‘’mi detestava, era addirittura il mio peggior nemico, poi -racconta Santanche’- l’ho conquistato con il lavoro caparbio di una sana ragazza di provincia, partita da Cuneo’’. Di Landolfi, infine, dice: "Un giovane in ascesa: si vedr. Fa parte di quei quarantenni, indispensabili per il futuro del partito’’.

(Pol-Leb/Gs/Adnkronos)