FECONDAZIONE: ANDREOTTI, DA CHIESA NESSUNA INVASIONE DI CAMPO
FECONDAZIONE: ANDREOTTI, DA CHIESA NESSUNA INVASIONE DI CAMPO
CEI PREOCCUPATA DA RISCHIO ASSENZA REGOLE, MA LEGGE ANDRA' MODIFICATA

Roma, 30 giu. - (Adnkronos) - Nella recente campagna referendaria non vi stata da parte della Chiesa nessuna “invasione di campo”. Ne convinto il senatore a vita Giulio Andreotti, che interpellato da Sergio Zavoli in occasione della presentazione a Sant’Ivo alla Sapienza del suo ultimo libro ‘1947-L’anno delle grandi svolte’, edito da Rizzoli, ha detto che la Cei “si mossa sullo sfondo di una grande preoccupazione per il diritto alla vita, che anche gran parte della comunit scientifica oggi fa iniziare dal momento del concepimento”.

Secondo Andreotti “questo concetto di vita non solo religioso” e c’era la preoccupazione, da parte dei vescovi, che “l’assenza di regole in questa materia potesse lasciar campo libero ad uno squallido e pericoloso sfondo di traffici a base di banche del seme e quant’altro”. E’ nella natura di questo Papa, ha aggiunto Andreotti, “reagire ad un concetto di modernit intesa come assenza di regole”, ad uno sfondo preoccupante in cui “ci che naturale subisce un pregiudizio di illegittimit”.

Secondo il sette volte presidente del Consiglio, questa legge obiettivamente in contraddizione con la legge sull’interruzione volontaria di gravidanza e “in alcune sue parti, con calma, andr modificata”.

(Fan/Pn/Adnkronos)