TERRORISMO: GABRIELLI, MONITORARE I FENOMENI DI 'SECONDA POSIZIONE'
TERRORISMO: GABRIELLI, MONITORARE I FENOMENI DI 'SECONDA POSIZIONE'
'REALTA' LATENTE ED ELITARIA MA DA NON SOTTOVALUTARE'

Roma, 30 giu. - (Adnkronos) - “E’ quanto di pi sbagliato individuare nell’11 settembre l’elemento di nascita del terrorismo internazionale di matrice islamica che, invece, nato molto prima, almeno dal 1992, anno delle crisi in Algeria, in Bosnia e in Afghanistan”. A ricordarlo stato il questore Franco Gabrielli, ex capo della Digos e massimo esperto di antiterrorismo, intervenendo al Palazzo dell’Informazione -sede del gruppo Adnkronos della Gmc- alla presentazione del volume “Aggregazioni terroristiche contemporanee: europee, mediorientali e nordafricane” edito dalla Adnkronos Libri.

Per Gabrielli, poi, anche a proposito dei nostri gruppi anarco-insurrezionalisti, “non bisogna sottovalutare la voglia di rivoluzione, magari latente ma non per questo meno pericolosa agli effetti ad esempio degli omicidi politici. E’ il cosiddetto fenomeno di ‘seconda posizione’ e di propaganda armata, che -ha spiegato- pur in ambienti ristretti quando non elitari, agisce senza consenso ma deve assolutamente essere monitorata”.

(Lic/Pn/Adnkronos)