GB: VESCOVO DI LEEDS, NON DIAMO GIUDIZI AFFRETTATI
GB: VESCOVO DI LEEDS, NON DIAMO GIUDIZI AFFRETTATI
MONS. ARTHUR ROCHE PORTA OGGI SOLIDARIETA' A COMUNITA' ISLAMICA DELLA CITTA'

Leeds (Gb),13 lug. (Adnkronos) - “Sarebbe assolutamente sbagliato e inappropriato presumere oggi che quelle sezioni delle nostra societ a cui appartenevano gli attentatori di Londra, siano esse stesse simpatizzanti dei terroristi o infamarle per azioni che hanno compiuto pochi e gente altamente criminale”. E’ l’accorato appello lanciato da mons. Arthur Roche, vescovo della diocesi di Leeds, la citt inglese del West Yorkshire dove secondo le prime rivelazioni di Scotland Yard viveva uno dei quattro attentatori di Londra. Shahzad Tanweer, un ragazzo di 22 anni, nato e cresciuto a Leeds, figlio di un commerciante. All’agenzia Sir, mons. Roche racconta lo stato d’animo con cui la citt ha appreso la notizia. Questa mattina andr alla comunit islamica della citt di Leeds per portare la sua solidariet.

”Vivo proprio al centro dell’area dove tutta la polizia sta svolgendo le sue attivit di investigazione – racconta - e ieri ero veramente sconcertato. I giovani che hanno perpetrato questi crimini sono persone irrazionali, che vivono nel buio. Il fatto che ci siano persone che nelle nostre comunit hanno chiaramente tramato per scopi terroristi, certo crea delle grandi difficolt: quello che posso dire oggi alle persone che bisogna fare attenzione, essere ragionevoli, non arrivare a conclusioni affrettate, non dare giudizi sommari sui nostri vicini di casa”. (segue)

(Sin/Ct/Adnkronos)