IRAQ: FEITH AMMETTE PASSI FALSI SIGNIFICATIVI IN STRATEGIA USA (2)
IRAQ: FEITH AMMETTE PASSI FALSI SIGNIFICATIVI IN STRATEGIA USA (2)

(Adnkronos) - ‘’Non sto asserendo di sapere che la risposta e’ che abbiamo pianificato correttamente l’intervento. Piuttosto sto dicendo che affermare che la strada che abbiamo scelto, con i suoi pro e contro, sia stata la piu’ adeguata e’ un giudizio estremamente complesso da fare’’, ha dichiarato l’esponente neocon.

Vi sono state numerose ‘’correzioni in corso d’opera’’ della strategia, e opportunita’ mancate, come il mancato addestramento di sufficienti forze curde e di iracheni esiliati prima della guerra. Dei cinquemila iracheni addestrati in Ungheria nei mesi precedenti l’inizio dell’intervento, solamente poche centinaia hanno potuto essere effettivamente impiegati.

Feith cita anche la riluttanza di alcuni funzionari americani a trasferire i poteri a un governo iracheno e a smantellare l’Autorita’ provvisoria di Paul Bremer. (segue)

(Ses/Col/Adnkronos)