IRAQ: FEITH AMMETTE PASSI FALSI SIGNIFICATIVI IN STRATEGIA USA (3)
IRAQ: FEITH AMMETTE PASSI FALSI SIGNIFICATIVI IN STRATEGIA USA (3)

(Adnkronos) - ‘’L’Iraq avrebbe potuto essere diverso se avessimo posto fine alla Cpa nel maggio o nel giugno del 2003 e creato un governo iracheno?’’, si chiede. ‘’Alcune persone avevano detto, se si facciamo cosi’ e non riesciamo, facciamo regredire il paese in modo irrecuperabile...l’unico modo in cui e’ possibile istituire un governo in tempi brevi e’ quello di contare indebitamente su esterni (esiliati iracheni, ndr)’’, ricorda Feith. ‘’La mia opinione era generalmente in favore del trasferimento della responsabilita’ agli iracheni prima di quanto non sia stato fatto. Pensavo che ci fosse modo di coinvolgere gli interni prima’’, ha aggiunto Feith che ha inoltre smentito la tesi secondo cui sono stati i civili del Pentagono a imporre ai militari l’impiego di un contingente leggero.

‘’Non credo che vi sia stato un unico caso in cui i comandanti hanno chiesto forze che poi non hanno ottenuto. Era il comandante a controllare le forze in teatro’’, ha precisato. ‘’Alla fine sara’ possibile rivedere le cose e giudicare gli eventi settimana dopo settimana’’, ha concluso.

(Ses/Col/Adnkronos)