IRAQ: FEITH AMMETTE PASSI FALSI SIGNIFICATIVI IN STRATEGIA USA
IRAQ: FEITH AMMETTE PASSI FALSI SIGNIFICATIVI IN STRATEGIA USA

Londra, 13 lug. (Adnkronos) - Douglas Feith, il sottosegretario alla difesa Usa uscente, uno dei pianificatori dell’intervento militare Usa contro Saddam Hussein, ammette in una intervista al Washington Post passi falsi significativi nella definizione della strategia da parte dell’Amministrazione Bush. E cita fra questi il ritardo nel trasferimento dei poteri a un nuovo governo iracheno.

Feith ha inoltre precisato di non poter dire se il contingente militare inviato in Iraq era delle dimensioni giuste, confessando i ‘’baratti’’ e i ‘’pro e i contro’’ del piano per una operazione ‘’leggera’’. Una decisione che ha avuto effetti positivi di sorpresa tattica all’inizio dell’intervento di terra. Ma anche negativi, come i saccheggi e l’insicurezza in cui e’ precipitato il Paese dopo la caduta del regime di Saddam. (segue)

(Ses/Col/Adnkronos)