PERUGIA: UCCISE LA MOGLIE A COLTELLATE, CONDANNATO A 16 ANNI
PERUGIA: UCCISE LA MOGLIE A COLTELLATE, CONDANNATO A 16 ANNI
CORTE D'ASSISE D'APPELLO HA ACCOLTO ISTANZA PATTEGGIAMENTO

Perugia, 28 set. (Adnkronos) - La Corte d’Assise d’appello di Perugia ha accolto questa mattina l’istanza di patteggiamento formulata dagli avvocati di Silvano Sabatini, l’operaio di 36 anni che nel dicembre del 2002 uccise la moglie, Maria Cicala, colpendola con 35 coltellate sotto gli occhi della figlioletta di soli 4 anni.

Sabatini, pluripregiudicato, accusato di omicidio volontario e difeso dagli avvocati Carlo Bizzarri e Maurizio Filiacci, era stato condannato in primo grado a 22 anni di reclusione dal gup di Orvieto, pena ridotta oggi a 16 anni, in seguito all’accoglimento del pattegiamento. Confermata invece, la sentenza di primo grado per quanto riguarda le statuizioni civili e le pene accessorie. (segue)

(Anr/Gs/Adnkronos)