PALERMO: UCCISE LA MOGLIE LA VIGILIA DI NATALE, CONDANNATO A 30 ANNI
Standard Sfoglia
PALERMO: UCCISE LA MOGLIE LA VIGILIA DI NATALE, CONDANNATO A 30 ANNI

Palermo, 18 ott. (Adnkronos) - Il gup di Palermo, in sede di rito abbreviato, ha condannato a 30 anni di reclusione, Alfonso Manto, 32 anni, che uccise con un fendente al cuore la moglie Rosaria Mach, la sera del 24 dicembre scorso. L’omicida qualche ora prima aveva lasciato il carcere dove stava scontando una condanna per spaccio di stupefacenti. In sostanza aveva ottenuto gli arresti domiciliari. Ad armare la mano dell’assassino la gelosia. La donna infatti aveva manifestato l’intenzione di lasciarlo per sempre.

Teatro dell’omicidio l’abitazione in via dei Chiavettieri di propriet di una familiare della vittima. Al momento del delitto alla scena ha assistito uno dei due bambini della coppia, la figlia di 11 anni. Alfonso Manto dopo aver scagliato il fendente fugg ma dopo qualche ora fu rintracciato dalla polizia e arrestato. La donna in gravissime condizioni fu trasportata all’ospedale Civico ma i medici non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

Rosaria Mach, secondo le indagini effettuate dalla polizia e coordinate al pm, Maurizio Agnello, aveva deciso di lasciare l’uomo perch era gi stato tre volte in carcere. La sera del 24 dicembre l’ultima lite fra i due. Alfonso Manto stato arrestato mentre si trovava in una bettola a bere birra.

(Apa/Col/Adnkronos)