NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'ESTERO
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'ESTERO

Baghdad. E’ stato aggiornato al prossimo 28 novembre il processo contro Saddam Hussein e altri sette ex gerarchi del regime che si e’ aperto oggi a Baghdad. L’ex rais e i suoi coimputati sono accusati del massacro di 143 sciiti nel villaggio di Dujayil, nel 1982. ‘’Ripeto quello che ho detto, non sono colpevole. Io sono innocente’’, ha detto l’ex rais iracheno, prima che gli altri sette imputati si alzassero a turno davanti al presidente del tribunale, il curdo Rizgar Mohammed Amin, per dichiararsi anche loro innocenti. Saddam ha cercato di parlare prima di venir interrogato dal presidente della corte, il giudice Ruzgar Mohammed Amin, ma questi lo ha fermato e gli ha chiesto d’identificarsi. ‘’Quel che e’ stato costruito sull’ingiustizia e’ ingiusto’’, ha detto il dittatore contestando la legittimita’ del processo. ‘’Non ho bisogno d’identificarmi’’, ha aggiunto, dicendo che il popolo che lo ha scelto sa bene chi e’. ‘’Mantengo i miei diritti costituzionali come presidente dell’Iraq’’, ha sottolineato. Il giudice Amin ha fatto sedere Saddam, che si e’ accomodato nel recinto degli imputati accanto al suo ex vice Taha Yassin Ramadan. A differenza di Saddam, vestito all’occidentale ma senza cravatta, gli altri imputati indossano abiti tradizionali. Le immagini del processo vengono trasmesse in differita di venti minuti sulla televisone di stato irachena. (segue)

(Pab/Pn/Adnkronos)