NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - L'INTERNO (2)
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - L'INTERNO (2)

Roma. ‘’E’ un fatto del tutto irrilevante che al momento le dimissioni di Michele Santoro non siano ancora state accettate dal Parlamento europeo’’.E’ l’opinione di Domenico D’Amati, avvocato di Michele Santoro, sul parere espresso dall’ufficio legale della Rai in merito alla partecipazione del giornalista domani a ‘’Rockpolitik’’. ‘’Santoro -spiega D’Amati all’ADNKRONOS- non va da Celentano in quanto soggetto politico ma come giornalista ingiustamente allontanato dall’Azienda per cui lavora. Non e’ stato invitato in quanto deputato. Ed e’ irrilevante che al momento sia ancora formalmente deputato del Parlamento europeo’’. Secondo D’Amati, ‘’se avessero voluto, avrebbero dovuto inserire nel contratto di Celentano una clausola che gli imponeva di non far partecipare politici. Celentano, responsabile del programma con ampi poteri riconosciuti da tutti, ha porposto a Santoro di andare ospite al suo programma, Santoro ha accettato e si e’ perfezionato l’accordo che deve essere rispettato. La delibera della Vigilanza e’ evidentemente riferita all’ipotesi che il personaggio politico sia invitato a partecipare ad una trasmissione in quanto tale mentre in questo caso Santoro e’ stato invitato non in quanto uomo politico ma come giornalista ingiustamente allontanato dal posto di lavoro’’.(segue)

(Pab/Pn/Adnkronos)