SPETTACOLO: TAGLI ALLA 'SCALA'- IL BALLERINO ROBERTO BOLLE, ADDETTI SETTORE AL MINIMO
SPETTACOLO: TAGLI ALLA 'SCALA'- IL BALLERINO ROBERTO BOLLE, ADDETTI SETTORE AL MINIMO

Roma, 19 ott. - (Adnkronos) - Troppi dipendenti, Silvio Berlusconi vuole dimezzare il personale della ‘Scala’ di Milano. Ed e’ polemica. ‘’Penso che non sia possibile’’, dice in una intervista con ‘’Repubblica’’ il primo ballerino Roberto Bolle.

‘’Nel mio settore -spiega- gli addetti al corpo di ballo sono il minimo indispensabile per fare una programmazione con titoli da grande repertorio: ‘Il Lago dei Cigni’ o ‘La bella addormentata’. Siamo un centinaio all’Opera di Parigi sono 160’’.

‘’Lavorando qui -aggiunge- non ho mai notato che ci sia gente che non fa nulla, anzi. Io questi esuberi proprio non li vedo’’. Quanto allo stipendio assicurato a un ballerino che finisce di lavorare a 40 anni fino al compimento dei 65 dice: ‘’Purtroppo non e’ vero. Magari fosse cosi’. La carriera di un ballerino e’ limitata. Il fisico viene messo a dura prova per raggiungere certi livelli’’.

(Rre/Ct/Adnkronos)