IRAQ: BUSH, NON PAGHEREMO NESSUN RISCATTO PER OSTAGGIO
IRAQ: BUSH, NON PAGHEREMO NESSUN RISCATTO PER OSTAGGIO
RACCOGLIEREMO INFORMAZIONI INTELLIGENCE PER LOCALIZZARLO

Washington, 6 dic. (Adnkronos) - Gli Stati Uniti non pagheranno nessun riscatto per l’americano rapito oggi dalla guerriglia irachena, ma utilizzeranno le armi a disposizione dell’intelligence per localizzarlo. Lo ha detto oggi il presidente americano George Bush, confermando la linea della fermezza adottata da Washington contro la strategia dei sequestri in Iraq. “Certamente non pagheremo il riscatto per nessun ostaggio - ha detto ai giornalisti l’inquilino della Casa Bianca - quello che faremo raccogliere informazioni d’intelligence per vedere se riusciremo a localizzarli”.

La televisione Al Jazeera ha dato notizia oggi del rapimento di un cittadino americano, consulente nel settore della sicurezza, da parte di un gruppo di militanti, che hanno minacciato di ucciderlo nelle prossime 48 ore, se gli Stati Uniti non rilasceranno tutti i detenuti iracheni. Nel video mandato in onda si vede un uomo dalle sembianze occidentali, seduto con le mani legate dietro la schiena, sullo sfondo si vede il simbolo dell’Esercito islamico in Iraq, responsabile di numerosi sequestri, tra cui quello dell’italiano Enzo Baldoni. Nel filmato viene mostrato un passaporto americano e un documento di riconoscimento arabo, intestato a Ronald Schulz.

(Abi/Pe/Adnkronos)