IRAQ: PROCESSO SADDAM - DERSHOWITZ, E' POSSIBILE FARE GIUSTIZIA
IRAQ: PROCESSO SADDAM - DERSHOWITZ, E' POSSIBILE FARE GIUSTIZIA
NON E' UN PROCEDIMENTO SOVIETICO

Roma, 6 dic. - (Adnkronos) - “Anche se e’ presto per assegnare voti e pagelle, sono compiaciuto nel constatare che Saddam hussein e’ difeso da legali indipendenti e diprimissimo ordine come Ramsey Clark. Che conferiscono credibilita’ a un processo potenzialmente disastroso”. Lo ha affermato Alan Dershowitz, docente ad Harvard e leggendario principe del foro americano immortalato da Hollywood in ‘Il mistero von Bulow’, in un’intervista al quotidiano ‘Il Corriere della Sera’.

“Se l’Iraq avesse adottato la vecchia prassi sovietica che vietava all’imputato l’accesso a una adeguata rappresentazione legale, le chance di giustizia sarebbero state nulle - ha detto ancora Dershowitz - I suoi avvocati forse sanno che ha gi perso in aula e nella piazza e stanno cercando di addolcirne il lascito storico, come successo nei processi sovietici”. “L’America rischia di uscire sconfitta dal processo - ha concluso - e perci deve stare molto attenta a cercare la giustizia vera, non quella del vincitore che processa il perdente”.

(Giz/Col/Adnkronos)