FUMO: A UN ANNO DA NUOVA LEGGE INFRAZIONI SOPRATTUTTO IN UFFICI PRIVATI (2)
FUMO: A UN ANNO DA NUOVA LEGGE INFRAZIONI SOPRATTUTTO IN UFFICI PRIVATI (2)
IN CASO D'INFRAZIONE PROPRIETARI DEI LOCALI PIU' SANZIONATI DEI FUMATORI

(Adnkronos) - Secondo quanto stabilito dalle legge, dal 10 gennaio 2005 il divieto assoluto di fumo, gi esistente in ospedali, scuole, autobus e metropolitane, sale di attesa delle stazioni, sui compartimenti ferroviari riservati ai non fumatori, nei cinema e nei teatri, in musei e biblioteche, stato esteso anche agli esercizi aperti al pubblico ed ai luoghi di lavoro, con particolare riguardo per alberghi, ristoranti, bar ed esercizi di pubblico ristoro in genere, uffici e altri luoghi di lavoro. I divieti valgono anche per gli spazi pubblici destinati ad attivit ricreative e per i circoli privati nei quali lo statuto lo preveda.

Bar, ristoranti e alberghi che vogliono accogliere i fumatori, cos come i luoghi di lavoro, devono dotarsi di aree dedicate ai fumatori, nettamente delineate e separate dalle altre ed idoneamente segnalate. Lo spazio destinato ai fumatori, inoltre, dovr essere inferiore alla met della superficie complessiva aperta al pubblico.

I trasgressori saranno multati con un’ammenda che va dai 27,5 ai 275 euro, raddoppiata se si fuma in presenza di bambini o donne incinta. Mentre la sanzione prevista tra i 220 ed i 2.200 euro per chi non fa rispettare il divieto nel proprio locale e tra i 330 ed i 3.300 euro per chi non ha impianti di condizionamento adeguati. I questori ha inoltre il potere di chiudere i locali per un periodo compreso fra i tre giorni e i tre mesi.

(Sin/Zn/Adnkronos)