FUMO: A UN ANNO DA NUOVA LEGGE INFRAZIONI SOPRATTUTTO IN UFFICI PRIVATI
FUMO: A UN ANNO DA NUOVA LEGGE INFRAZIONI SOPRATTUTTO IN UFFICI PRIVATI
CODACONS, LA PALMA DEL RISPETTO DEI DIVIETI A BANCHE E POSTE

Roma, 11 dic. (Adnkronos) - A distanza di quasi un anno dall’entrata in vigore della legge Sirchia, in applicazione dal 10 gennaio 2005, il Codacons, interpellato dall’ADNKRONOS, assegna agli uffici privati la ‘maglia nera’ quanto al rispetto del divieto di fumare mentre indica banche e poste come i luoghi dove il rispetto del divieto e’ assoluto.

Il Codacons da tutta Italia riceve le segnalazioni di infrazioni della legge contro il fumo, e su questa base stima le seguenti percentuali di non rispetto del divieto di fumo: discoteche e pub, 15% (in particolare si fuma nei bagni), ristoranti 8%, bar e cinema 5% (anche qui nei bagni o nei corridoi), ospedali 3%, banche e poste 0%, sale bingo 1%, uffici pubblici 2%, uffici privati 25%.

“Per quanto riguarda bar, ristoranti, discoteche e pub la percentuale di infrazione sale rispetto alla media -specifica il Codacons- se si considerano piccoli Comuni al di sotto di 15.000 abitanti, dove si tende pi facilmente a perdonare le violazioni alla legge sul fumo, mentre la percentuale scende nelle grandi citt, dove i controlli, anche da parte degli stessi cittadini, sono pi rigorosi’’. (segue)

(Sin/Zn/Adnkronos)