** NOTIZIARIO SERVIZI PUBBLICI ** (13)
** NOTIZIARIO SERVIZI PUBBLICI ** (13)

(Adnkronos/Ign) –

RIFIUTI: ROMA, PRECISAZIONE AMA SU VICENDA SENEGAL (4)

GLI AVVENIMENTI RECENTI Il 16 settembre il Governo senegalese invia una lettera di messa in mora ad Ama Senegal per motivi che non avevano nulla a che vedere con l’emergenza. Il 5 di ottobre il Governo invia una lettera a AmaSenegal in cui chiede di interrompere il servizio. Nella lettera si chiede a Ama di intervenire solo in due quartieri (Plateau e Medina) e di lasciare il resto del territorio (superiore all’80%) a una raggruppamento di imprese coordinato dalla Ereco, la stessa societa’ che gestiva la discarica.

Delle 1200 tonnellate di rifiuti ogni giorno prodotte a Dakar solo 250 restano cosi’ ad Ama Senegal, le restanti 950 al raggruppamento di imprese locali. Il 5 di novembre viene revocata la rescissione del contratto a Ama Senegal e vengono trovate abbandonate per strada nei quartieri non servite da Ama Senegal alcune migliaia di tonnellate di rifiuti. Le disposizioni contrattuali non ci consentono di rimuovere le discariche abusive createsi a meno di una autorizzazione esplicita delle autorita’, e cio’ per un problema di costi aggiuntivi di smaltimento dei rifiuti.

Queste opere di bonifica che vengono svolte con mezzi e personale straordinari e d’accordo con le autorita’ si concludera’ entro il 31 dicembre 2005. (segue)

(Ign/Zn/Adnkronos)