PAPA: LE OMELIE DI NATALE DI RATZINGER CARDINALE IN UN'ANTOLOGIA (9)
PAPA: LE OMELIE DI NATALE DI RATZINGER CARDINALE IN UN'ANTOLOGIA (9)

(Adnkronos) - Cos Jospeh Ratzinger ammoniva i fedeli nel duomo di Monaco, pronunciando l’omelia della messa di Natale del 1980, il testo il primo del libro e s’intitola: “Su, andiamo a Betlemme”.

“Che persone erano dunque quei pastori che conoscevano la via – affermava Ratzinger - ai quali era sufficiente mettersi in cammino? Che cosa si deve fare, come si deve essere per riconoscere quella via? La tradizione ha sempre considerato molto importanti due dati: i pastori erano accampati in aperta campagna ed erano svegli. Erano senza dimora, come lo erano Giuseppe e Maria in quella notte”.

“Quelli che stavano nei palazzi e nelle case - prosegue il testo - dormivano e non udirono l’angelo. I pastori erano persone che vegliavano”. “In noi – si legge poco oltre - deve restare vigile il cuore, in noi deve esserci la capacit di cogliere le realt pi profonde, di lasciare che Dio ci rivolga la parola. questa capacit di restare vigili con il cuore, questa prontezza a rispondere alla chiamata di Dio, che unisce ai pastori i saggi che vengono dall’Oriente, i superbi, e permette loro di trovare la via, anche se nel loro caso questo avviene in maniera pi lenta, pi complicata, attraverso un percorso difficile e a prezzo di ricerche faticose”.

(Fpe /Pe/Adnkronos)