ROMA: DOPO LITE SOMALO TENTA DI DAR FUOCO A SEI CONNAZIONALI, ARRESTATO
ROMA: DOPO LITE SOMALO TENTA DI DAR FUOCO A SEI CONNAZIONALI, ARRESTATO
CARABINIERI SCONGIURANO UNA STRAGE IN VIA DEI VILLINI

Roma, 11 dic. - (Adnkronos) - Via dei Villini, appartamento ubicato nello stabile ex sede dell’ambasciata Somala in Italia. Questo lo scenario dove stava per essere messo in atto l’insano progetto di morte di M.Y., 43enne cittadino somalo, fermato dai Carabinieri un attimo prima di innescare la scintilla del rogo che avrebbe bruciato 6 connazionali gi cosparsi di benzina nel sonno. Ore di terrore ieri mattina nell’elegante via del quartiere Nomentano di Roma dove a seguito dell’ennesima lite per futili questioni di convivenza nello stesso appartamento M.Y. in preda ad un raptus sceso in strada ha riempito di benzina una tanica ed ha cosparso di liquido infiammabile i suoi coinquilini ancora nel sonno.

I Carabinieri Nucleo Radiomobile, allertati da una telefonata anonima pervenuta al 112, giunti sul posto si sono introdotti all’interno dei locali dell’ex ambasciata africana ed hanno immediatamente compreso la gravit della situazione; il forte odore di benzina, le pressanti richieste di aiuto delle vittime, le urla del folle armato di accendino non hanno consentito alcuna esitazione. Repentina l’azione dei Carabinieri che si sono lanciati sul piromane riuscendo ad immobilizzarlo al termine di una violenta colluttazione. M.Y. stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio aggravato ed i suoi connazionali affidati alle cure dei sanitari. Ancora oscuri i motivi che lo hanno spinto all’insano gesto che poteva trasformarsi in una strage.

(Rre/Zn/Adnkronos)