TRENTINO ALTO ADIGE: DOPO 'INVASIONE' PER IL PONTE, AL VIA RIENTRO (2)
TRENTINO ALTO ADIGE: DOPO 'INVASIONE' PER IL PONTE, AL VIA RIENTRO (2)

(Adnkronos) - Per non caricare eccessivamente il casello di Egna, il traffico e’ stato indirizzato a partire dalle ore 11 sulla SS 12, mentre a Molina – Castello di Fiemme gli automobilisti sono stati consigliati, attraverso i pannelli mobili a messaggio variabile, di imboccare il percorso alternativo costituito dalla SP 71 Sinistra Fersina della Val di Cembra fino a Civezzano, per poi dirigersi verso il Veneto utilizzando preferibilmente la SS 47 della Valsugana. Sulla SS 43 della Val di Non i rallentamenti si sono verificati poco prima della Rocchetta e fino al casello A 22 di San Michele all’Adige, dove dalle ore 11 alle ore 12 si sono registrati 850 passaggi (lo scorso anno alla stessa ora furono 450).

Per non appesantire la stessa arteria stradale, e’ stato disposto di indirizzare il traffico in discesa da Madonna di Campiglio verso la Val Rendena, mentre ad Andalo si e’ deviato il flusso verso San Lorenzo in Banale e Ponte Arche. Traffico sostenuto, ma senza rallentamenti, anche sul resto della viabilita’ provinciale. La polizia stradale prevede un forte aumento della flusso automobbilistico lungo tutto il tratto del Trentino Alto Adige dell’Austriada del Brennero.

(Waf/Pe/Adnkronos)