BOSNIA: AMBASCIATORE A ROMA, STORICO L'ACCORDO CON LA UE (3)
BOSNIA: AMBASCIATORE A ROMA, STORICO L'ACCORDO CON LA UE (3)
''GRAZIE ALL'ITALIA PER AMICIZIA DIMOSTRATA''

(Adnkronos) - Naturalmente le opinioni sul tipo e la portata del cambiamento che e’ opportuno promuovere sono diverse, afferma il diplomatico - medico di carriera - spiegando che per alcuni il documento offre ancora soluzioni politiche, per altri ha esaurito la propria vitalita’. “La cosa certa e’ che entro il 30 marzo avremo un accordo, probabilmente una via di mezzo tra le diverse posizioni. Ma ci saranno cambiamenti”. Sempre nel rispetto del principio per cui “ogni cambiamento deve essere adottato con il pieno consenso dei tre popoli” della Bosnia ed Erzegovina, ricorda Haracic, che tiene anche a sottolineare nel corso del colloquio le particolari responsabilita’ dell’incarico che riveste, in qualita’ di rappresentante di tutti i partiti ed i popoli dello stato.

La Bosnia Erzegovina ha compiuto tanti passi avanti, ricorda ancora l’ambasciatore, che cita tra gli altri l’esercito unico, l’accordo per la polizia unica, le leggi sui diritti umani, quelle finanziarie, l’istituzione di una Banca centrale. Ora si tratta di andare avanti, guardando ad un ingresso prima possibile nell’Unione Europea. Un cammino che va percorso con il sostegno dei paesi amici, primo tra gli altri l’Italia. “Abbiamo bisogno di sostegno e collaborazione”, spiega l’ambasciatore, dopo aver ringraziato “il nostro paese, il popolo ed il governo per l’amicizia dimostrata, in particolare durante la guerra ma anche in seguito alla sua conclusione”.(segue)

(Cin/Zn/Adnkronos)