GB: PUNTA 500 STERLINE SULLA SUA MORTE, E' ANCORA VIVO E PERDE SCOMMESSA
GB: PUNTA 500 STERLINE SULLA SUA MORTE, E' ANCORA VIVO E PERDE SCOMMESSA
BOOKMAKER LA QUOTA 6 A 1 - VINCITA SAREBBE SERVITA ALLA MOGLIE PER

Londra, 11 dic. - (Adnkronos) - Marted 6 dicembre il signor Arthur King-Robinson, 91 anni, si svegliato nel suo letto d’ospedale con due sentimenti contrastanti: la soddisfazione, affatto scontata, di essere ancora vivo e… l’amarezza per aver ‘bruciato’ 500 sterline scommesse sulla propria morte entro la mezzanotte di luned, soldi che in caso di vincita sarebbero serviti alla vedova per pagare le imposte di successione.

Il vecchietto, veterano della Seconda guerra mondiale, residente a Devon, nel sudovest della Gran Bretagna, all’inizio dell’anno ha infatti puntato 500 sterline, circa 743 euro, in un’agenzia di scommesse della catena ‘William Hill’, giocandosi la sua morte entro la data del 6 dicembre. Il bookmaker allo sportello, pur essendo abituato a sentirne di tutti i colori, dopo avergli fatto ripetere la sua proposta di giocata, ha deciso di accettare la scommessa, quotandola 6 a 1.

Ex avvocato, professione esercitata fino all’et di 84 anni, Arthur stato intervistato dai principali tabloid britannici e ha rilasciato un laconico quanto lucido commento: “Ho perso 500 sterline, ma mi sento tranquillo”. (segue)

(Psv/Pe/Adnkronos)