MAREMOTO: L'IMPEGNO ITALIANO IN INDONESIA E SRI LANKA/SCHEDA
MAREMOTO: L'IMPEGNO ITALIANO IN INDONESIA E SRI LANKA/SCHEDA

Roma, 11 dic. - (Adnkronos) - All’indomani del maremoto nel sudest asiatico, il 26 dicembre scorso, l’Italia aveva annunciato stanziamenti per 160 milioni di euro per la ricostruzione dei Paesi colpiti, ai quali si aggiungevano 43 milioni provenienti da donazioni private. Di questa cifra complessiva, in aiuti bilaterali all’Indonesia sono andati 10,2 milioni di euro, utilizzati sostanzialmente nell’area di Banda Aceh, epicentro del terremoto che scaten lo tsunami, per servizi di emergenza e assistenza sanitaria, per la fornitura di alloggi agli sfollati e per l’avvio di programmi di sostegno ai minori e alle loro famiglie.

Attraverso la Fao, l’Italia ha finanziato inoltre, con tre milioni di euro, iniziative di emergenza per riabilitare le attivit artigianali di pesca e acquacoltura, mentre attraverso l’Iom e l’Oms stato donato un altro milione di euro per la riabilitazione delle strutture sanitarie e per la realizzazione di un’iniziativa tesa al recupero di gruppi psicologici particolarmente vulnerabili della popolazione.

La presenza della cooperazione italiana in Indonesia stata assicurata grazie all’apertura di due uffici, a Giacarta e a Banda Aceh, con il compito di dare avvio ai singoli progetti e svolgere attivit di coordinamento, coinvolgendo anche organizzazioni non governative ed enti locali italiani. Tra l’altro, le risorse derivanti dalla conversione del debito bilaterale - 31 milioni di dollari di crediti d’aiuto - sono state destinate a favore di progetti di ricostruzione ed assistenza post maremoto sempre nell’area di Banda Aceh. (segue)

(Ses-Nap/Zn/Adnkronos)