TERRORISMO: TELEGRAPH, ACCORDO SEGRETO UE-USA SU VOLI CIA
TERRORISMO: TELEGRAPH, ACCORDO SEGRETO UE-USA SU VOLI CIA
INTESA DURANTE COLLOQUI CONFIDENZIALI AD ATENE NEL GENNAIO 2003

Londra, 11 dic. - (Adnkronos) - L’Unione Europea ha segretamente permesso agli Stati Uniti di utilizzare aeroporti dislocati sul proprio territorio per trasportare “criminali” da un luogo all’altro, secondo la pratica delle cosidette “rendition”, cattura e trasferimento in segreto di presunti terroristi da parte della Cia. A rivelarlo il Telegraph, venuto in possesso della copia originale di un documento messo a punto durante colloqui confidenziali ad Atene il 22 gennaio del 2003, due mesi prima che scoppiasse la guerra in Iraq, quando la Ue era presieduta dalla Grecia.

Ogni riferimento all’accordo - scrive il quotidiano britannico, sottolineando come questo documento smentisca le assicurazioni date nei giorni scorsi dai diversi europei, che hanno detto di non essere a conoscenza dei voli della Cia - venne poi cancellato dal testo ufficiale, in segno di “cortesia” nei confronti di Washington.

La versione originale del documento intitolato “New Transatlantic Agenda” - redatta dalla presidenza greca dell’Ue dopo colloqui con una delegazione americana guidata da un funzionario del dipartimento della Giustizia - recita: “Entrambe le parti concordano sulle aree in cui potrebbe essere migliorata la cooperazione, vale a dire lo scambio di dati tra i servizi di gestione dei confini, un accresciuto utilizzo delle strutture di transito europee per facilitare il rimpatrio di criminali e di stranieri inammissibili, il coordinamento nel settore del controllo dei documenti falsi”. Fonti di Bruxelles hanno confermato che questa versione, prima di essere edulcorata, circolata fra i rappresentanti di tutti i Paesi membri e inviata ai rispettivi ministeri degli Interni.

(Pap/Pe/Adnkronos)