UE: SONDAGGIO, LA SVIZZERA RIMANE EUROSCETTICA
UE: SONDAGGIO, LA SVIZZERA RIMANE EUROSCETTICA
54% VOTEREBBE NO ALL'ADESIONE, SOLO IL 37% E' PIU' O MENO FAVOREVOLE

Berna, 11 dic.- (Adnkronos/ats) - Una rapida e piena adesione all’Unione continua a trovare pochi entusiasti in Svizzera. Secondo un sondaggio dell’istituto gfs.bern, la maggiorparte dell’elettorato elvetico continua a dichiararsi contraria. Una chiusura che non per definitiva: la stragrande maggioranza vuole mantenere tutte le opzioni aperte. Se si dovesse andare oggi alle urne per decidere sull’adesione alla Ue, il 34% dei 1027 cittadini interpellati tra il 14 e il 19 novembre scorso voterebbe certamente no, mentre un altro 20% si dice piuttosto contrario. A questo 54% di euroscettici si contrappone un 37% di pi o meno favorevoli, mentre il 9% non ha voluto o saputo dare una risposta.

Fra le cinque opzioni che il Consiglio federale vuole analizzare nel suo rapporto sull’Europa, quella di una piena adesione all’Ue senza se e ma caldeggiata dal 7% soltanto delle persone intervistate. Fra le altre quattro varianti, ad ottenere pi consensi - il 30% - quella che preconizza un avvicinamento progressivo sulla via bilaterale. Un altro 25% propende per l’adesione piena ma con la possibilit di poter decidere occasionalmente in modo autonomo. Un altro 18% non vuole assolutamente andare oltre i bilaterali I e II, mentre il 13% preferirebbe una adesione allo Spazio economico europeo (See) come il Liechtenstein. Al sondaggio il 7% non ha risposto. (segue)

(Res/Zn/Adnkronos)