BANCO SICILIA: CISL, NECESSARIO RIEQUILIBRIO IN POLITICA ISTITUTO
BANCO SICILIA: CISL, NECESSARIO RIEQUILIBRIO IN POLITICA ISTITUTO

Palermo, 12 dic. (Adnkronos) – Il segretario della Cisl Sicilia, Paolo Mezzio, esprime “soddisfazione” per il successo dello sciopero nazionale dei lavoratori del Banco di Sicilia e chiede un “riequilibrio nella politica” dell’istituto. La mobilitazione, sottolinea la Cisl, ha portato stamani alla chiusura di 500 filiali sul totale di 520. “Capitalia – afferma Mezzio – assuma adesso il necessario atteggiamento di apertura, per non esasperare ulteriormente gli animi dei lavoratori.

All’ordine del giorno il sindacato pone una serie di questioni: sui ritmi e le condizioni di lavoro, i vuoti di organico, la formazione, l’adeguamento delle retribuzioni, la previdenza complementare, il cosiddetto terzo automatismo”. "Ma va da s - conclude il sindacalista - che a monte, il problema Bds sta nel miope trasferimento lontano dalla Sicilia, del cuore del sistema creditizio dell’istituto”.

(Loc/Ct/Adnkronos)