BNL: 'IL RIFORMISTA' A DS, LA RETTA VIA SUL CASO UNIPOL
BNL: 'IL RIFORMISTA' A DS, LA RETTA VIA SUL CASO UNIPOL

Roma, 12 dic. (Adnkronos) - Sul caso Unipol, i Ds hanno ‘’due opzioni’’: ‘’chiudersi in un astioso silenzio, come uno che avverte aria di complotto’’, oppure ‘’aprirsi e parlare apertamente della vicenda e dei problemi politici, non giudiziari, che essa pone alla sinistra e al movimento della cooperazione, che tanto peso e rilevanza ha nella realt economica del paese’’. E’ quanto si legge in un editoriale dal titolo ‘La retta via sul caso Unipol’ che sara’ pubblicato domani su ‘Il Riformista’. Il quotidiano diretto da Antonio Polito mette in risalto la doppia linea scelta dalla Quercia sul caso Consorte: quella della legalita’ di Vannino Chiti e quella del sospetto sulla manovra politica contro Unipol, avanzata invece da Gavino Angius.

‘’I Ds -sottolinea il giornale arancione- non hanno alcuna ragione di temere che gli italiani possano confondere, come ieri li hanno invitati a fare Bondi e Cicchitto, il conflitto di interessi di Berlusconi con il caso-Consorte. A meno che quelle ragioni non le diano gli stessi Ds, indulgendo in un doppio standard che l’intrico italiano di ‘banche pulite’, come dimostrano le numerose richieste di rinvio a giudizio di importanti banchieri per lo scandalo Cirio, davvero non consente’’.

(Pol-Leb/Ct/Adnkronos)