BNL: UNIPOL, RITARDI IN AUTORIZZAZIONI DANNEGGIANO COMPAGNIA E BANCA (2)
BNL: UNIPOL, RITARDI IN AUTORIZZAZIONI DANNEGGIANO COMPAGNIA E BANCA (2)

(Adnkronos) - Le tante notizie ‘’false e fuorvianti’’ sistematicamente apparse sulla stampa e attribuite, sempre senza riscontro, alle pi diverse istituzioni, sottolina Unipol, ‘’avrebbero richiesto l’avvio di decine di querele sulle varie piazze italiane, assorbendo ulteriori risorse al Gruppo’’. Anche oggi gli scambi di 31 milioni di azioni BNL, di gran lunga superiori alla media e avvenuti a prezzi superiori al corrispettivo di Opa, hanno indotto i vertici di Unipol Assicurazioni a richiedere alla Consob ‘’di accertare se siano avvenute eventuali irregolarit’’. Il tutto in un clima di ‘’incertezza circa accertamenti giudiziari che sarebbero in corso sui vertici di Unipol Assicurazioni e di cui non si ha alcun riscontro’’.

Il Cda ha pertanto deciso, dopo aver ribadito la totale fiducia nei confronti degli Amministratori Delegati Giovanni Consorte e Ivano Sacchetti, di presentare alle competenti autorit giudiziarie un ‘’esposto teso a difendere i diritti della Societ e dei suoi azionisti, a individuare coloro i quali a partire dal giugno 2005 hanno avviato una sistematica azione contro Unipol, i suoi azionisti e i suoi manager e, nello stesso tempo a procedere alla verifica se in tali comportamenti sussistano ipotesi di reato, quali ad esempio la manipolazione del mercato;l’aggiotaggio bancario; l’ostacolo all’esercizio delle funzioni delle Autorit pubbliche di Vigilanza, commessi in pregiudizio di Unipol Assicurazioni’’.

(Vit/Ct/Adnkronos)