CIRIO: LEGALI CAPITALIA, INFONDATE ACCUSE A ESPONENTI BANCA ROMA
CIRIO: LEGALI CAPITALIA, INFONDATE ACCUSE A ESPONENTI BANCA ROMA
TESI PROCURA GIA' CONFUTATE DA AUTOREVOLI PERIZIE

Roma, 12 dic. (Adnkronos) - Le accuse rivolte dalla procura di Roma ad esponenti dell’allora Banca di Roma tra cui Cesare Geronzi, sono ‘’infondate’’. E’ quanto sostiene una nota dei legali di Capitalia in merito all’inchiesta sul crac Cirio. La richiesta formulata dalla Procura di Roma per il caso Cirio anche nei confronti di alcuni esponenti della allora Banca di Roma, si legge nella nota, ‘’riproduce ipotesi gi contenute nell’avviso di conclusione delle indagini’’. Si tratta, perci, di ‘’un’iniziativa dell’accusa, prevista ed accolta serenamente dalla Banca in quanto consentir, finalmente, a quest’ultima di sottoporre al vaglio critico del giudice dell’udienza preliminare le argomentazioni che dimostrano l’infondatezza dell’impianto accusatorio’’. La Banca, concludono i legali, ‘’ha sempre fermamente contestato, fin dall’inizio, i rilievi mossi confutandoli anche sulla base di autorevoli e puntuali consulenze tecniche che avvalorano la piena correttezza dell’operato dei propri esponenti che hanno sempre agito nell’esclusivo interesse dell’Istituto e nel pieno rispetto di tutte le norme vigenti’’.

(Vit/Gs/Adnkronos)