FARMACI: FEDERFARMA LOMBARDIA, VENDITA AL SUPERMARKET DANNO PER CITTADINI (2)
FARMACI: FEDERFARMA LOMBARDIA, VENDITA AL SUPERMARKET DANNO PER CITTADINI (2)
REPLICA PUNTO PER PUNTO AI 'NUOVI GURU LIBERISTI'

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - I vertici di Federfarma Lombardia replicano punto per punto alle ragioni dei ‘’nuovi ‘guru’ liberisti che vogliono trasformare la vendita dei farmaci in un mercato dove ‘oggi vendo uno e domani devo riuscire a vendere almeno due, se non tre’’’. Economisti che ‘’citano come esempio di buona gestione una societa’ come Wallmarck multata per 11 milioni di dollari per lavoro nero con impiego di immigrati e di minorenni in eta’ scolare’’.

Punto primo, ha spiegato Gradnik, ‘’chi assicura che di fianco agli scaffali del supermercato in cui si venderanno Otc ci sara’ sempre un farmacista ci fa ridere, dice fandonie e ci prende per imbecilli. Questo - ha avvertito non accade in nessuno dei Paesi che hanno attuato la liberalizzazione’’: Danimarca, Olanda, Portogallo, Regno Unito e per certi prodotti anche Irlanda e Regno Unito. E ‘’non accadra’ nemmeno in Italia, se non per i primi tempi’’, ha fatto eco Carletti. Non solo. Gia’ oggi - ha ripreso Gradnik - la legge italiana permette di esporre in libera vendita l’Otc in farmacia. Come si riuscira’ a controllare nei supermercati quello che non e’ possibile presidiare in farmacia?’’. (segue)

(Sal/Ct/Adnkronos)