FS: ARMANI (AN), CHI PENSA A TUTELARE UTENTI?
FS: ARMANI (AN), CHI PENSA A TUTELARE UTENTI?

Roma, 12 dic. - (Adnkronos) - ’’Lo sciopero dei treni di oggi, pur essendo stati ipoteticamente previsti convogli minimi per le lunghe percorrenze e adeguate fasce di garanzia per i pendolari, ha provocato massicce cancellazioni nelle corse ed enormi ritardi negli orari: tutte cose che ancora una volta scaricano i costi della tutela del diritto di sciopero, posta a favore dei dipendenti di un pubblico servizio come le ferrovie, soprattutto sulle spalle degli utenti del servizio medesimo’’. E’ quanto afferma il presidente della Commissione Ambiente della Camera, Pietro Armani, in una nota.

‘’Ecco perche’- afferma Armani-almeno per quanto riguarda i servizi di pubblica utilit, nella prossima legislatura sar necessario rivedere la legge che disciplina l’esercizio del diritto di sciopero nei predetti servizi, in modo da dare maggiori poteri alla Autorit di garanzia, specificamente prevista in questo delicato settore, e tutelare cos il legittimo diritto alla mobilit di tutti i cittadini: un diritto altrettanto degno di tutela e finora trascurato. E ci, anche se fosse necessario rivedere – con le procedure previste dall’art. 138 – il dettato dell’art. 40 della Costituzione per affiancare alla tutela del diritto di sciopero anche quella altrettanto legittima del diritto degli utenti nel campo dei servizi di pubblico interesse’’.

(Sec-Mcc/Ct/Adnkronos)