TFR: ZADRA, PERPLESSITA' PER RINVIO RIFORMA AL 2008
TFR: ZADRA, PERPLESSITA' PER RINVIO RIFORMA AL 2008
PUO' ESSERE VOLANO PER SVILUPPO FONDI PENSIONE

Roma, 12 dic. (Adnkronos) - “Genera perplessit la decisione di farla partire soltanto dal 2008, gettando un’ombra sulla garanzia di una pensione adeguata ai lavoratori pi giovani e sullo sviluppo ulteriore di cui abbisogna il nostro mercato finanziario: il tfr pu infatti svolgere da volano per lo sviluppo dei fondi pensione”. Il direttore generale dell’Abi, Giuseppe Zadra, commenta cosi’ l’approfondimento che il Rapporto Afo dedica alla doppia riforma delle pensioni approvata in questa legislatura (pensioni di anzianit e previdenza complementare).

Il Rapporto Afo ha fatto un esercizio per colmare il deficit informativo sull’aggregato tfr utilizzando alcune stime basate su dati macroeconomici. In base ai calcoli il flusso di tfr annuo per le sole imprese non finanziarie di natura privata si aggirerebbe intorno ai 14,3 miliardi di euro, mentre lo stock sarebbe pari a circa 127 miliardi.

I risultati dell’analisi indicano che nel breve periodo, cos come a regime, la compensazione delle imprese “ totale a livello di media di sistema, rispettando in tal modo i dettami della deroga che esplicitamente non prevedeva oneri aggiuntivi per le imprese dalla devoluzione del tfr”. Il tema della previdenza complementare si in parte sommato a quello, che era gi sul tappeto, del costo del lavoro: “la combinazione dei due provvedimenti non produce oneri per le imprese”. (segue)

(Sec-Fin/Zn/Adnkronos)