TORINO-LIONE: DE ALBERTIS (ANCE), SERVE PIU' CULTURA DEL CONSENSO
TORINO-LIONE: DE ALBERTIS (ANCE), SERVE PIU' CULTURA DEL CONSENSO
'A MANIFESTARE NON SOLO PROTESTATARI, MA CITTADINI COMUNI'

Milano, 12 dic. (Adnkronos) - L’Italia resta un paese “sorprendente” in cui l’opposizione a un progetto parte in modo massiccio quando i cantieri sono oramai aperti, tuttavia “osservo che un pochino di democrazia del consenso e di maggiore informazione forse andrebbero rese”. Claudio De Albertis, presidente dell’Ance, l’associazione nazionale dei costruttori edili, commenta cos, interpellato dall’ADNKRONOS, le vicende che scuotono la Val di Susa. A manifestare contro i cantieri della Torino-Lione “non sono solo i protestatari -continua- ma anche i cittadini comuni”. (segue)

(Tog/Col/Adnkronos)