WTO: LEGACOOP, FLESSIBILITA' SU ACCESSO AI MERCATI MA RIGORE PER LOTTA A CONTRAFFAZIONI
WTO: LEGACOOP, FLESSIBILITA' SU ACCESSO AI MERCATI MA RIGORE PER LOTTA A CONTRAFFAZIONI

Roma, 12 dic. - (Adnkronos) - ‘’Flessibilita’ sulle questioni inerenti l’accesso ai mercati e o gli aiuti’’ ma anche necessita’ di ‘’lavorare ed insistere nell’approfondimento e nella definizione di regole e di strumenti per combattere le contraffazioni e le varie speculazioni sugli alimenti, in quanto un mercato trasparente e qualitativamente e sanitariamente normato e governato un bene per tutti i popoli’’. Cosi’ il presidente di Legacoop Agroalimentare Sergio Nasi alla vigilia dell’apertura del vertice Wto di Hong Kong nell’auspicare che il Governo italiano ‘’collabori attivamente nel corso del negoziato, al fianco della Commissione Ue’’ e che ‘’si raggiunga un accordo equilibrato’’.

‘’L’Ue -si legge nella nota- arriva al vertice con alle spalle e nel ‘portafoglio negoziale’ una importante riforma della sua Politica agricola comune e con altre concessioni gi formalizzate che possono costituire una importante disponibilit al raggiungimento di un accordo. Nella offerta della Ue -ricorda Nasi- viene chiaramente formulata la esigenza di un sistema multilaterale di notifica e registrazione delle indicazioni geografiche per tutti i prodotti. Inoltre, per uno stretto numero di indicazioni geografiche ben note, il loro uso dovrebbe essere proibito a chiunque non ne sia il legittimo detentore’’. Secondo Legacoop ‘’un sistema internazionale delle regole del commercio non puo’ fare a meno delle norme per il riconoscimento delle Indicazioni Geografiche di Origine dei prodotti per una lotta coerente ed efficace alle contraffazioni e per valorizzare le culture produttive di tutti i popoli e di tutte le civilt’’

(Sec-Eca/Zn/Adnkronos)