AUSTRALIA: PREMIER HOWARD CONDANNA ATTI RAZZISMO E INVITA A TOLLERANZA
AUSTRALIA: PREMIER HOWARD CONDANNA ATTI RAZZISMO E INVITA A TOLLERANZA
IEMMA (NUOVO GALLES SUD), COMPORTAMENTI VERGOGNOSI E VIGLIACCHI

Sydney, 12 dic. - (Adnkronos/Dpa) - All’indomani degli scontri a sfondo razziale sulle spiagge di Sydney, a Cornulla beach e Maroubra, che hanno provocato una ventina di feriti e circa 16 persone arrestate, il premier australiano John Howard ha condannato come “completamente inaccettabili” gli attacchi personali sulla base dell’etnia, invitando tutti alla tolleranza.

Ieri circa 5mila surfisti, in maggioranza bianchi, si sono scatenati in una sorta di ‘caccia all’arabo’ e, quando e’ intervenuta la polizia, hanno risposto con il lancio di bottiglie di birra, distruggendo i vetri di un’ambulanza e danneggiando le auto degli agenti.

Il primo ministro del Nuovo Galles del Sud, Morris Iemma, ha definito i disordini “volto orribile del razzismo”, dovuto a un “comportamento vergognoso e vigliacco che non puo’ essere tollerato”. Per il capo del “Forum per le relazioni dell’Australia con l’Islam”, Kuranda Seyit, gli scontri sono la prova “di un razzismo di base, radicato nel profondo della psiche dell’australiano e che da alcuni anni sta emergendo”, mentre il capo del partito populista ‘Australia Primero’, John Moffit, ne ha attribuita la responsabilit alle politiche migratorie degli ultimi decenni.

(Ses/Col/Adnkronos)