BOLIVIA: MORALES, CAMBIA LEGGE SU COLTIVAZIONE COCA SE DIVENTO PRESIDENTE
BOLIVIA: MORALES, CAMBIA LEGGE SU COLTIVAZIONE COCA SE DIVENTO PRESIDENTE
IL CANDIDATO IN TESTA A SONDAGGI, PRONTI A NEGOZIARE COI GRINGO MA NIENTE IMPOSIZIONI

Cochabamba, 12 dic. (Adnkronos) - Permettere a ogni famiglia di contadini di coltivare a coca un ‘cato’, un piccolo appezzamento di circa 2mila metri quadri, per la produzione di foglie da masticare per uso terapeutico, come fanno da generazioni gli indios della Bolivia. E’ quanto si ripromette di fare, se sara’ eletto domenica prossima, il candidato favorito alle presidenziali Evo Morales. “Voglio cambiare la legge ‘coca zero’”, dice in un’intervista al ‘Washington Times’, con riferimento alle norme vigenti da 20 anni nel Paese, varate all’interno del piano antinarcotraffico dal governo di La Paz che ha ottenuto sostegni finanziari dagli Usa.

Morales chiarisce che non verra’ tollerato il traffico di cocaina, ma si dice pronto a sfidare anche eventuali sanzioni internazionali pur di raggiungere questo suo obiettiv. “Siamo preparati a negoziare con i gringo, ma non accetteremo imposizioni -dice il 45enne candidato presidente, al 40% delle preferenze negli ultimi sondaggi- Se vogliono ritirare i loro aiuti, facciano pure. Sono comunque inutili e servono soprattutto a reprimere la popolazione”. (segue)

(Ses-Pag/Gs/Adnkronos)