IRAQ: GLI EX COMPAGNI DI COLLEGIO DAI GESUITI SI SFIDANO AL VOTO (2)
IRAQ: GLI EX COMPAGNI DI COLLEGIO DAI GESUITI SI SFIDANO AL VOTO (2)
CHALABI, ADEL CI IMPORTUNAVA SEMPRE MENTRE IYYAD ERA TACITURNO

(Adnkronos) - Il College di Baghdad venne istuito nel 1931, diventando subito un importante polo culturale del Paese ma soprattutto la scuola dove le famiglie pi influenti della capitale mandavano a studiare i propri figli. Basta guardare agli annuari degli anni ‘50 e ‘60 per ritrovare nelle foto sbiadite e in bianco e nero i futuri politici di oggi, come Laith Kubba, stretto collaboratore del premier Ibrahim al Jaafari, o aspiranti deputati come Harith al-Ajil. “Ci si conosceva tutti, anche se non ci si incontrava - ricorda al-Ajil - Era facile comunicare”.

“Adel ci importunava sempre - scherza Chalabi, ricordando l’ex compagno Mahdi - Iyyad era piuttosto taciturno”. Fu tra i corridoi di quella scuola che Allawi e Mahdi iniziarono a formarsi una coscienza politica, avvicinandosi a quel nazionalismo arabo che ha ispirato il Baath, il partito unico del rais, nelle cui fila sono poi entrati per uscirne anni dopo.

Tutti e tre i leader sciiti ricordano i tanti compiti assegnati dai preti gesuiti ogni giorno e che nessuno veniva costretto a pregare tantomeno a frequentare le ore dedicate all’insegnamento del cattolicesimo. Nel 1969 il collegio fu espropriato e nazionalizzato dal regime e i preti cacciati dall’Iraq. La scuola venne frequentata negli anni ‘80 dai figli di Saddam, Uday e Qusay, uccisi in un raid delle forze americane il 22 luglio del 2003. “Qusay era molto stupido - racconta il preside Yacob Yusef - Uday era pi intelligente”.

(Abi/Zn/Adnkronos)