IRAQ: NUMERO VERDE ANTITERRORISMO FA INFURIARE MINISTRO, NON RISPONDE NESSUNO
IRAQ: NUMERO VERDE ANTITERRORISMO FA INFURIARE MINISTRO, NON RISPONDE NESSUNO
SOTTO ACCUSA IL '130', SERVIZIO TELEFONICO PER SEGNALARE SOSPETTI TERRORISTI

Baghdad, 12 dic. - (Adnkronos) - Il servizio telefonico d’emergenza ‘130’, istituito in Iraq per permettere ai cittadini di segnalare e denunciare sospetti terroristi e piani di attentati, ha mandato su tutto le furie il ministro iracheno dell’Interno perch... “suona a vuoto” e “non risponde nessuno”.

Il ministro, Bayane Jabr Soulagh, nel corso di una conferenza stampa, ha riferito di aver telefonato sabato scorso al 130, “alle 23, poi a mezzanotte, e quindi alle una di notte”, senza ricevere mai risposta dagli addetti. Soulagh, dopo aver sperimentato di persona la totale inefficienza del servizio, fortemente voluto dal suo ministero, ha quindi deciso di aprire un’inchiesta interna.

La televisione irachene ‘Al Iraqyia’ in passato ha pi volte mandato in onda degli spot pubblicitari per promuovere, sotto il patrocinio del ministero dell’Interno, l’utilizzo del 130. In uno spot gli attori ricostruiscono un tentativo di rapimento, sventato all’ultimo momento proprio grazie alla segnalazione telefonica di un cittadino, protetto dall’anonimato, raccolta dal numero d’emergenza.

(Psv/Pe/Adnkronos)