IRAQ: VOTO AL VIA IN OSPEDALI, CAMPI MILITARI E CARCERI
IRAQ: VOTO AL VIA IN OSPEDALI, CAMPI MILITARI E CARCERI
DOMANI E MERCOLEDI' VOTANO GLI IRACHENI ALL'ESTERO

Baghdad, 12 dic. - (Adnkronos) - Hanno preso il via da questa mattina in Iraq le prime operazioni di voto in ospedali, campi militari e carceri, a tre giorni dall’apertura dei seggi in tutto il paese per le elezioni legislative di giovedi’ prossimo per il rinnovo dei 275 deputati dell’Assemblea, il primo parlamento compiutamente costituzionale dal rovesciamento di Saddam Hussein nel 2003, a cui partecipano oltre 7mila candidati di 226 gruppi politici.

Un “momento storico”, secondo il ministro dell’Interno Bayan Jabr che auspica “la partecipazione di tutti” in una giornata tranquilla dal punto di vista della sicurezza, mentre il governo di Baghdad ha gia’ annunciato, da domani, la chiusura delle frontiere, l’estensione dell’orario del coprifuoco notturno e limitazioni nei trasferimenti all’interno del Paese.

Sempre da domani avranno inizio le operazioni di voto per gli iracheni all’estero, all’incirca cira 1,5 milioni, che potranno votare in 15 Paesi anche il giorno successivo, purche’ provvisti di passaporto, certificato di cittadinanza o attestato dell’esercito per i militari.

(Ses/Zn/Adnkronos)