LIBANO: LAHOUD, CRIMINE ORRIBILE ATTENTATO CONTRO IL 'MARTIRE' TUENI
LIBANO: LAHOUD, CRIMINE ORRIBILE ATTENTATO CONTRO IL 'MARTIRE' TUENI
''OPERA DI CHI COMPLOTTA CONTRO IL NOSTRO FUTURO E LA NOSTRA UNITA'''

Beirut, 12 dic. - (Adnkronos) - L’attentato contro il deputato cristiano antisiriano Gebran Tueni, ucciso questa mattina in un attentato a Beirut insieme ad altre tre persone, “un crimine orribile”. E’ il commento del presidente libanese Emile Lahoud, vicino a Damasco, che ha definito Tueni “uno dei politici e giornalisti pi in vista” nel Paese. “Il deputato martire non era solo un uomo politico, ma anche un uomo dei media in prima fila, la sua parola aveva un’eco che alcuni ascoltavano, altri discutevano, ma non mai stato debole e mai indietreggiato davanti al dibattito”, ha aggiunto Lahoud, pi volte invitato a dimettersi dall’opposizione antisiriana.

”Mentre questo simbolo della libert in Libano si unisce alla carovana dei martiri della patria, guidati da Rafik Hariri (l’ex premier libanese ucciso in un attentato a Beirut il 14 febbraio scorso, ndr) - ha concluso il presidente - il Libano si trova nel mezzo di un crocevia pericoloso”, in cui agiscono quanti “complottano contro la sua unit, il suo futuro e il suo destino”. Sono questi i “nemici del Libano”, quelli che per primi “approfittano di questo crimine” e ai quali, l’appello del presidente, “tutti i libanesi devono rispondere dando prova di solidariet e unita”.

(Ses/Ct/Adnkronos)