LIBANO: TUENI , UNA DELLE PRINCIPALI VOCI ANTI SIRIANE DEL SUO PAESE/SCHEDA (2)
LIBANO: TUENI , UNA DELLE PRINCIPALI VOCI ANTI SIRIANE DEL SUO PAESE/SCHEDA (2)
ERA APPENA TORNATO A BEIRUT DOPO ESSERSI RIFUGIATO A PARIGI

(Adnkronos) - Tueni era stato ultimamente fra i pi accesi sostenitori di un processo internazionale contro i responsabili dell’assassinio di Hariri, in seguito alla pubblicazione del rapporto preliminare dell’inchiesta Onu che puntava il dito contro alti esponenti siriani. Il suo assassinio avvenuto poche ore dopo che il procuratore Detlev Mehlis ha consegnato un secondo rapporto al segretario generale dell’Onu Kofi Annan.

Il deputato sapeva di rischiare la vita. Il due giugno uno dei pi noti giornalisti del suo quotidiano, Samir Kassir, era stato ucciso con una bomba piazzata nella sua auto, e in ottobre suo zio Marwan Hamadeh, ministro delle Telecomunicazioni di confessione drusa, era sfuggito ad un attentato. Tueni, 48 anni, padre di quattro figlie (fra cui due gemelle nate pochi mesi fa), si era rifugiato a Parigi e in agosto aveva detto alla radio francese che nel corso dell’inchiesta internazionale sul caso Hariri era emersa una lista di personalit da assassinare. “Il mio nome in cima alla lista”, aveva detto. Era tornato a Beirut la scorsa notte in occasione di una cerimonia in memoria del padre Ghassam, anche lui importante giornalista, che era stato ambasciatore libanese all’Onu.

(Civ/Pe/Adnkronos)