M.O.: RAPPORTO GERUSALEMME EST PER L'UE 'POLITICAMENTE INOPPORTUNO' (2)
M.O.: RAPPORTO GERUSALEMME EST PER L'UE 'POLITICAMENTE INOPPORTUNO' (2)
FINI, EVITARE LE STRUMENTALIZZAZIONI IN CAMPAGNA ELETTORALE

(Adnkronos/Aki) - Del documento i ministri degli Esteri dell’Ue avevano gi discusso al Consiglio affari generali e relazioni esterne dello scorso 21 novembre, ma l’Italia aveva chiesto di rinviare la discussione al Consiglio odierno. E il ministro degli Esteri Gianfranco Fini, come lui stesso ha raccontato alla stampa, ha convinto i colleghi a non pubblicare e ufficializzare il rapporto per “opportunit politica”, pensando soprattutto all’elezioni che si terranno nei primi mesi del 2006 prima nei Territori palestinesi e poi in Israele.

“Al termine della discussione siamo addivenuti alla decisione di non pubblicarlo - ha spiegato Fini - in quanto si e’ ravvisata l’inopportunita’ politica di ufficializzare un documento che sarebbe reso noto in un momento molto diverso rispetto al momento in cui si decise di redigerne il testo’’. Fini ha spiegato che, ‘’come e’ a tutti noto, Israele e i Territori palestinesi sono alla vigilia di una campagna elettorale che in entrambi in casi e’ di enorme rilievo per consolidare il processo di pace”.

Per questo, ha proseguito, “e’ apparso ai colleghi che la pubblicazione del documento potesse essere in qualche modo strumentalizzata da coloro che, nell’uno e nell’altro campo, hanno obiettivi diversi rispetto a quello che e’ chiaramente definito dalla Road Map’’. (segue)

(Gdr/Ct/Adnkronos)