NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - LA CRONACA (6)
NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - LA CRONACA (6)

Varese. E’ nata da un’indagine della magistratura e della Questura di Varese l’espulsione di Mohammed Akremi Gharsellaoui , tunisino di 40 anni, residente nel capoluogo, accompagnato al confine sabato. L’uomo, ufficialmente lavoratore edile, era sotto inchiesta perche’ sospettato di fornire falsi permessi di soggiorno a connazionali. Nell’ambito di una perquisizione su diversi soggetti ordinata dal Pm Tiziano Masini e dal procuratore capo Maurizio Grigo, ed eseguita dalla Digos di Varese, sono state rinvenute videocassette inneggianti alla jihad, insieme a cd rom e floppy disc ora al vaglio degli inquirenti. In tutto, la polizia ha effettuato controlli su 6 tunisini, 2 marocchini e un libanese della provincia di Varese. Un altro tunisino, irregolare, e’ stato espulso. Secondo quanto confermato dalla Questura il provvedimento contro Gharsellaoui e’ stato emesso per contrastare lo sviluppo di un potenziale supporto a gruppi di matrice islamica nel territorio varesino.(segue)

(Pab/Zn/Adnkronos)