NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - LA CRONACA
NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - LA CRONACA

Roma. Tre anni e quattro mesi di reclusione per omicidio colposo e tre anni per occultamento di cadavere e simulazione di reato: complessivamente 6 anni e 4 mesi di carcere. E’ la condanna che il gup Maria Grazia Gianmarinaro, con rito abbreviato, ha inflitto a Luca Marmigi, accusandolo di essere responsabile della morte di Paola Bianchi, la dipendente della Rai morta al Gianicolo nella notte tra il 23 e il 24 dicembre del 2003. A Marmigi il giudice non ha concesso alcuna attenuante, riconoscendogli solo la diminuente di un terzo della pena massima per il solo fatto di aver scelto di essere processato con il rito abbreviato.(segue)

(Pab/Zn/Adnkronos)