NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (2)
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (2)

Bruxelles. ‘’Senza dubbio un passo in avanti, una buona proposta per riallacciare il dialogo’’. Cosi’ la Presidente della Regione Piemonte Mercedes Bresso commenta il raggiugimento dell’accordo tra governo e comunita’ della Val di Susa per la sospensione dei lavori della Tav in attesa di certezze sull’impatto ambientale. Bresso, oggi a Bruxelles per partecipare a una riunione del Comitato delle Regioni, preferisce tuttavia adoperare la cautela e, in attesa di una risposta delle parti in causa, invita a considerare questo risultato come ‘’acquisito’’, evitando di tornare allo scontro frontale. ‘’Dobbiamo ora capire i termini della proposta del governo’’, precisa la Presidente. Una proposta, ‘’che e’ stata accettata da alcuni di noi mentre altri, in particolare i sindaci, si sono riservati di verificarla con i loro consigli comunali e con gli altri sindaci’’. I sindaci della Valle potrebbero infatti accettare l’accordo, a condizione che le questioni non accora affrontate vengano messe in discussione nell’ambito del comitato politico. Un altro scenario disegnato da Bresso e’ invece quello che scaturirebbe da una mancata firma dell’accordo. E sara’ questo, secondo Bresso, l’eventuale nodo da sciogliere. In questo caso, infatti, ‘’tocchera’ al governo, perche’ e’ lui che ne ha il potere, dire se considera comunque impegnativo il patto’’ e mantenere, quindi, quanto ha promesso arrivando a una situazione di adesione di fatto degli amministratori. (segue)

(Pab/Opr/Adnkronos)