NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (7)
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (7)

Trieste. Due 18enni, Daniele Vedana e Stefano Marussi, sono stati arrestati a Trieste perche’ coinvolti in un traffico di motoveicoli e ciclomotori rubati e nello spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare hashish e ecstasy. Ai due giovani, noti per precedenti gia’ da minorenni, gli uomini del commissariato di polizia di San Sabba sono arrivati dopo mesi di indagini sui gruppi giovanili con problemi di delinquenza. Gli inquirenti, coordinati dal pm Pietro Montrone, gia’ la scorsa estate sono arrivati a Vedana, che deteneva nella sua abitazione una modesta quantita’ di hashish e degli appunti su come arricchirsi spacciando droga. Gli scritti erano intitolati ‘blow’, come il titolo di un celebre film. E proprio alle gesta dei due protagonisti americani della pellicola, che si recano in California e da piccoli spacciatori diventano trafficanti, gli inquirenti sostengono si siano ispirati i due giovani triestini nell’intraprendere la loro ‘carriera’. Perquisendo le abitazioni dei due ragazzi, la polizia ha sequestrato 80 pastiglie di ecstasy gia’ suddivise in confezioni da 10, oltre che pezzi di motoveicoli rubati destinati ad essere commerciati. Tra le vittime dei due giovani, gli stessi loro amici. In un caso, i ragazzi avevano rubato a un ‘amico’ la moto, chiedendogli di pagare il riscatto. In un secondo caso, hanno rubato il motoveicolo dal box di un altro ‘amico’. La polizia ha accertato che spesso le vittime dei furti arrivavano a contattare Vedana e Marussi, per chiedere loro di intercedere con i ladri e riavere i loro motoveicoli. Secondo gli investigatori, la droga era spacciata dai due ragazzi sia a Trieste sia nelle discoteche della Bassa Friulana. Vedana e Marussi non provengono da famiglie con problemi di disagio sociale, anzi, hanno genitori che si sono battuti per farli studiare e lavorare. Nel corso delle indagini, la polizia ha perquisito anche alcune abitazioni di giovani che facevano parte dello stesso gruppo dei due arrestati.

(Pab/Opr/Adnkronos)