SANREMO: E PAOLO BONOLIS MEDITA DI CHIEDERE IL COPYRIGHT
SANREMO: E PAOLO BONOLIS MEDITA DI CHIEDERE IL COPYRIGHT
IL CONDUTTORE NON HA GRADITO RIPROPOSIZIONE 'SUA' FORMULA

Roma, 12 dic. (Adnkronos) - Paolo Bonolis potrebbe chiedere il riconoscimento del ‘copyright’ per la formula del Sanremo 2006, che assomiglia troppo a quella dell’edizione da lui guidata lo scorso anno. E, dopo la nuova bufera che sembra abbattersi sull’Accademia della canzone di Sanremo con l’esposto presentato dalla band salernitana dei Devon Rex (primi esclusi dalla dozzina dei finalisti), un’altra grana -a quanto apprende l’ADNKRONOS- si profila all’orizzonte del prossimo Festival.

Il fatto che il regolamento di quest’anno ricalchi in gran parte quello varato lo scorso anno (principalmente per la divisione dei cantanti nelle quattro categorie uomini, donne, gruppi, giovani con le eliminazioni e la finale) avrebbe provocato qualche malumore nell’entourage di Bonolis, che la considera una ‘copiatura’ del format inaugurato lo scorso anno dal conduttore. Non a caso, nel regolamento dello scorso anno, il conduttore ottenne che venisse messo per iscritto, nella prima pagina, “da un’idea di Paolo Bonolis”. Idea che potrebbe costare cara, ora, alla Rai.

Nel frattempo l’esposto presentato alla Rai e alla Guardia di finanza dal gruppo Devon Rex (che accusa l’Accademia di avere ammesso tra i 12 finalisti artisti gia’ in possesso di contratto discografico o gia’ apparsi in trasmissioni televisive o spettacoli di richiamo, contrariamente alla regola che vorrebbe in lizza solo artisti sconosciuti al grande pubblico) avrebbe provocato la sospensione della ‘finalissima’ prevista per venerd, da cui avrebbe dovuto selezionare i tre vincitori che sarebbero salito sul palco dell’Ariston tra i Giovani.

(Nex/Col/Adnkronos)